GP DEL GIAPPONE - QUALIFICHE

GP DEL GIAPPONE - QUALIFICHE

October 7, 2017

Al termine delle qualifiche, qui a Suzuka, ecco i commenti dei piloti e del team.

Carlos Sainz (STR12-01, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:30.799, 13° pos., 23 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:30.565, (Q2) 1:30.413, 15° pos.
Carlos dovrà scontare domani 20 posizioni di penalità in griglia


"Se guardiamo la classifica dei tempi, il risultato di oggi sembra peggiore di quello che è realmente, perché in Q2 abbiamo deciso di non utilizzare alcun set di gomme nuove e girare con quelli usati in Q1. La ragione di questa scelta è che vogliamo avere a disposizione tutte le opzioni strategiche aperte in vista di domani, poiché partiremo dalle retrovie per via della penalità da scontare in griglia. Dunque, la Q2 di oggi è stata un po' strana: ne abbiamo approfittato per fare un po' di prove di partenza e girare su gomme usate... insomma, non proprio quello a cui siamo solitamente abituati! Perciò, questa qualifica non me la sono goduta davvero, ma è stato un sacrificio fatto pensando a domani, momento nel quale potrò apprezzarlo di più rispetto a ora. Speriamo di poter fare una buona gara e un'altra bella rimonta, utilizzando le gomme nuove che abbiamo preservato oggi!"

 

Pierre Gasly (STR12-04, Car 10)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:31.353, 16° pos., 25 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:31.317, 17° pos.


"Quant'è snervante, oggi non è stata una buona qualifica per me... Durante il mio miglior giro in Q1 ho bloccato la vettura e ho rischiato di finire quasi fuori pista. Fortunatamente sono riuscito a completare quel crono, ma non è stato un giro pulito. Mi aspettavo di migliorare nel corso del mio secondo run, ma alla fine non abbiamo avuto l'occasione di farlo a causa dell'interruzione della sessione con la bandiera rossa... Sono deluso del mio risultato finale, perché avevamo il potenziale per entrare in Q2. Speriamo di poter fare una buona gara domani: dovrò gestire bene le gomme, tirare fuori il massimo dalla vettura e poi vedremo in che posizione taglieremo il traguardo!".

 

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance)


"Per via dei pochi giri effettuati sull'asciutto il venerdì, entrambe le crew degli ingegneri avevano dati limitati ma feedback molto chiari da parte di entrambi i piloti su cosa fosse necessario in termini di bilanciamento della vettura. È giusto dire che abbiamo trovato una buona direzione su cui lavorare per il set-up e, quindi, alla fine delle Libere 3 entrambi i piloti erano più soddisfatti delle loro vetture, dopo aver portato a termine i rispettivi programmi che prevedevano run corti e lunghi, su gomme soft e supersoft. Siamo arrivati alla qualifica con un quadro chiaro sul bilanciamento della vettura in configurazione di gara, così come per quello di qualifica ma – tenendo conto della penalità di 20 posizioni in griglia per Carlos, a causa della sostituzione della power unit - abbiamo deciso di concentrarci di più sulla corsa e tenere aperte la strategia. Ecco perché il suo ultimo tempo sul giro non è indicativo del suo vero ritmo o di quello della STR12. Con Pierre, invece, il piano era quello di affrontare una qualifica più convenzionale. Sfortunatamente, una sbavatura nel S1 nel corso del suo primo giro e la bandiera rossa nel suo secondo run, non gli hanno permesso di mettere insieme un giro pulito. Sappiamo che avrebbe potuto essere molto più veloce, ed è notevole considerando che questo è solamente il suo secondo fine settimana di gara e non ha avuto modo di completare un programma su pista asciutta qui: insieme ai suoi ingegneri, sta continuando ad affinare il suo set-up di base. Ovviamente, non siamo soddisfatti delle nostre posizioni di partenza ma, comunque, sappiamo che domani avremo una buona opportunità e quindi, come sempre, questa sera ci concentreremo sull'elaborazione delle strategie in vista della gara, per assicurarci di massimizzare qualsiasi occasione che si potrebbe paventare. L'obiettivo è quello di segnare punti alla fine di quella che sarà una battaglia serrata con i nostri avversari a centro gruppo".